Riciclovie
Rando Italia
Sweet Road
BICICLUB
TIPOGRAFIA TESTA
LEL
999Miglia
Brevetto Cos'è una Randonnée

Da sapere

Tipologie di brevetti, riconoscimenti, certificazioni e domande frequenti:

 

TIPOLOGIE DEI BREVETTI RANDONNEURS

 

I Brevetti Randonneurs che permettono di far parte della Nazionale Italiana e di essere ammessi alla PBP ed a molte delle grandi over 1200 (Major Challenge Randonneur Europe e Grand Tour d’Italia sono esclusivamente quelli ufficiali BRM/ACP e RM per i quali l’ARI è l’unica associazione italiana riconosciuta da ACP (Audax Club Parisienne) e RM (Les Randonneur Mondiaux) quale soggetto titolato alla loro organizzazione e gestione. Accanto a questi ARI ha creato i brevetti BRI/ARI che, per quanto riguarda la Nazionale Italiana ed il Grand Tour d’Italia hanno lo stesso valore.

 

 Le tipologie di brevetti riconosciuti e certificati ARI sono i seguenti:

 

  1. Brevetti BRM/ACP (Brevets Randonneurs Mondiaux): sono inseriti nel Calendario Internazionale ed utilizzano la CARTE GIALLE e sono omologati ACP/ARI. Le distanze sono di 200-300-400-600 e 1000 km con una tolleranza di +- 5%.
  2. Brevetti BRI/ARI (Brevetto Randonneurs Italia): sono inseriti nel Calendario Italiano e fanno utilizzano le CARTE ROSA e sono omologati ARI. Stesse distanze dei brevetti BRM/ACP.
  3. Brevetti BRM (Les Randonneurs Mondiaux): brevetti di distanza 1200 km e oltre con omologazione BRM/ACP/ARI.
  4. Ciclopedalate CPA/ARI: pedalate fino a 200 km abbinate a brevetti BRM/ACP/ARI, certificati con CARTE BIANCHE
  5. Brevetti BOR/ARI (Brevetto OFF ROAD o Fuoristrada): da 60 km e oltre con omologazione ARI (per mezzi fuoristrada, MTB, Gravel, FatBike, Ciclocross).
  6. Brevetti permanenti BRP/ARI: come da regolamento su percorsi certificati RSR (Road Sweet Road).
  7. Brevetti Super Randonnées: brevetti permanenti ACP di 600 km su di un territorio montano e con dislivello superiore a 6000 mt. Omologazione ACP/ARI.
  8. Fléche Vélocio e Frecce Tricolore: brevetti che si disputano a squadre in 24 ore con partenza da città diverse (in allestimento - vedi www.audax-club-parisien.com ).

 

TEMPI MASSIMI E MINIMI 

I tempi massimi e minimi per lo svolgimento dei BREVETTI ROAD di cui ai punti 1) e 2) sono indicati dall’organizzatore nella Carta Viaggio nel rispetto della velocità minima di 15 km/h e massima di 33 km/h.  

Per i brevetti considerati “extreme” e le distanze over 1200 km, l’ASD concorda con ARI eventuali modifiche a detti tempi:

 

200 km

13 hrs 30 min

300 km

20:00 hrs

400 km

27:00 hrs

600 km

40:00 hrs

1000 km

75:00 hrs

 

I tempi massimi e minimi per lo svolgimento dei Brevetti OFFROAD di cui al punto 5) sono in fase sperimentale e pertanto vengono indicati dall’organizzatore sulla base di una valutazione storica e/o tecnica del territorio attraversato e sono concordati con ARI.Il Biker che percorre il tracciato entro il tempo massimo indicato nella Carta Viaggio viene regolarmente Brevettato.                                                                                                                

 

 

 

RICONOSCIMENTI E CERTIFICAZIONI 


Campionato Nazionale ARI (maschile, femminile e a squadre)

 

Granbrevetto Challenge Randonneur Europe

 

Granbrevetto Grand Tour d’Italia

 

Club Nazionale Randonneurs Italia

 

Albo Storico d’Onore

 

Premio Stachanov (110 rando e lode) in allestimento


LE RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI

 

Chi può partecipare ai brevetti randonnée?
Tutti i ciclisti di età compresa tra 18 anni compiuti e 75 anni che si compiono nell’anno solare. Devono essere in possesso di tessera di appartenenza ad una ASD affiliata ad un Ente EPS. Oppure siano ciclisti individuali in possesso di certificato medico rilasciato come previsto dal DM 26/04/2013 e di una assicurazione di responsabilità civile personale.


Cosa vuol dire essere in escursione personale libera?
Il ciclista è considerato un normale utente stradale ed ha l’obbligo del rispetto delle norme previste dal codice della strada, senza alcuna agevolazione sulle strade da lui percorse nello svolgimento del brevetto.


Quali sono le medie e relativi tempi da rispettare?
La media oraria minima è di 15 km/h la media oraria massima è di 33km/h.


Come funzionano gli orari partenza, passaggio controlli e di arrivo?
L’orario di partenza avviene in uno spazio massimo di 1 (una) ora tra inizio e fine
Gli orari di passaggio ed arrivo sono indicati con due valori: minimo e massimo, il ciclista non deve mai presentarsi con valori di tempo inferiori al minimo e con valori di tempo superiori al massimo
I valori di tempo minimo e massimo, sia ai controlli che all’arrivo, partono sempre dal valore tempo di inizio partenza e mai dalla fine.

 

 

Quali sono i servizi minimi che un organizzatore è tenuto a dare?
Il ciclista alla partenza riceve un Road Book dettagliato del percorso con indicate le distanze parziali e totali, gli orari di passaggio ai controlli e di arrivo, eventuale segnalazione di controllo a sorpresa, il  contatto telefonico organizzatore.

I luoghi di controllo sono descritti nel road book con indicazioni precise e, nel caso fossero di difficile individuazione,  sono segnalati sulla strada con cartellonistica di aiuto al ciclista.
I ristori sul percorso ed all’arrivo, le docce sono optional a discrezione della ASD organizzatrice.

 

Quali Documenti conviene portare con sé ?
La tessera di appartenenza ad una ASD valida per l’anno solare in corso. 

Una carta prepagata o di credito è raccomandata per far fronte ai costi durante eventuali soste. E’ inoltre auspicabile il possesso della Rando Card, la “Carta di identità del ciclista” che si ottiene tramite iscrizione ad un brevetto ARI. La Carta agevola enormemente le procedure di iscrizione, di verifica alla partenza, ai passaggi di controllo ed all’arrivo.

 

Esistono premiazioni ?
Il ciclista non viene premiato. Al termine della rando il ciclista, se omologato, riceve la Carta di controllo dalla ASD organizzatrice ed eventuale tagliando di omologazione ACP.

L’elenco dei brevettati è consultabile direttamente dal sito. In caso di brevetto randonnée BRM/ACP viene assegnato un n° di omologazione ad ogni ciclista. Il ciclista ha l’obbligo di prenderne possesso, custodirlo e gestirlo per essere ammesso a partecipare ai Brevetti BRM/ACP che lo richiedono (vedi PBP).


Particolari raccomandazioni? 
È necessaria una buona preparazione atletica, ma alla base del successo randonneur c’è in primo luogo, la TESTA!

 

Quando posso veramente fregiarmi della definizione di Randonneur ?
Un vero randonneur è colui che ha affronta la NOTTE, “non è sufficiente il racconto di altri!”.
La notte è un bellissimo traguardo che premia il randonneur. Conseguentemente il  randonneur può considerarsi tale solo dopo aver ottenuto l’ omologazione ad un brevetto di 400km.

 

 
 
GRAN PIEMONTE
SPIRITORANDO
RANDOTOUR CAMPANIA