loading
CAMPIONATO GRANGRAVEL
23 ottobre 2022

ARI NON E' RESPONSABILE DELLE INFORMAZIONI PUBBLICATE SU QUESTA PAGINA, IL CUI CONTENUTO E' AUTONOMAMENTE GESTITO DALL'ORGANIZZATORE DELL'EVENTO.

La Nebbiosa -Into the Gravel

Distanza

140 km

GRAVEL

Dislivello

220 metri

Tempo massimo

10 ore

Dove

Parma (PR)

Contatti

347 6521683
3929853317
E-mail

Partenza

07:30 - 08:00

Omologazione

BOR/ARI

140 Km

Servizi

Iscrizioni

dal 01/10/22 al 21/10/22

N. massimo di iscrizioni: 300

Quota di iscrizione

Online: 6.00 €
Online Soci ARI: 5.40 €
Il giorno del brevetto: 6.00 €

Giro Gravel con partenza da Parma, bellissimo itinerario lungo le ghiaiate vicino ai nostri fiumi: Enza, il Po, il Taro e la Parma.

3 percorsi km.70 - km.100 - km.140

Pronti? Si parte!

Cominciamo con un passaggio all’interno della “Cittadella” di Parma, fortezza pentagonale del XVI secolo, nata per scopi difensivi e successivamente utilizzata come caserma e prigione. Lasciamo quindi la città per dirigerci verso le ghiaiate dell’Enza: si entra nelle storiche “Terre Matildiche” passando su di un ponte pedonale.

Si prosegue verso nord, lungo il corso del fiume lasciandoci il parco dell’Enza alle nostre spalle, tramite strade secondarie si raggiunge il paese di Sant’Ilario d’Enza,  ci allontaniamo dall’abitato per prendere le strade bianche che si dirigono verso la frazione di Gattatico.

Un po’ di asfalto per arrivare in località “Paulli” dove poco più avanti troviamo un tratto di strada bianca che corre lungo il canale della Spelta, breve collegamento su asfalto e si continua su ghiaia verso Lentigione. Attraversiamo i binari della storica ferrovia “Parma-Suzzara” e prendiamo la ghiaiata “Bernieri” che arriva di fronte alla Corte di San Giorgio-Tenuta Favagrossa, antichissima Corte ma appare oggi splendidamente ristrutturata.

Si imbocca successivamente la ciclabile dell’Enza che ci porta nella suggestiva Riserva Naturale Parma Morta, tratto in zona umida con elevata biodiversità, nelle cui vicinanze è presente un acquario nel quale si possono trovare alcune delle specie di pesci più comuni delle nostre acque interne.

Lasciamo la riserva e percorrendo le strade bianche della Viazza e S. Antonio raggiungiamo la strada statale Asolana, pochi metri e l’abbandoniamo. Si prosegue passando dai laghi S.Urbano, una ghiaiata ci collega all’abitato di Sacca e poco più avanti all’argine del grande fiume, il Po.

Percorriamo l’argine ghiaiato che ci porta in località Coltaro ed andiamo quindi ad imboccare la strada bianca Padana; con un successivo trasferimento su asfalto arriviamo all’argine del fiume Taro in località Gramignazzo. Si prende la ciclabile del Taro, prima parte su asfaltato ma in seguito un bel tratto ghiaiato ci porta all’abitato di Sissa. 

Da qui si raggiunge Casalfoschino dove troviamo altre strade bianche, si torna su strada asfaltata e prendiamo la direzione di Colorno dove, una volta giunti in paese, è d’obbligo una sosta per una visita alla Reggia di Colorno, sontuosa residenza costruita all’inizio del XVII secolo, un tempo abitata dai Sanseverino, dai Farnese, dai Borbone e da Maria Luigia d’Austria.

Dopo un buon caffè gustato sotto i portici della piazza si riparte, ed andiamo a prendere l’argine che costeggia la Parma: una bella ghiaiata che sfiora il piccolo paesino di Vedole e che, attraversando il torrente Parma su di un piccolo ponte in legno, arriva a Torrile.

Si cambia sponda, ma si rimane sull’argine, si passa a fianco al paese di Rivarolo e si torna sull’asfalto alla chiesa di Vicomero. Dopo Castelnovo un paio di km e si torna nuovamente sull’argine e si affronta l’ultimo tratto che ci consente di rientrare a Parma.

Ma non è finita…

Nell’attraversamento della città ci attende un passaggio nel Parco Ducale, con al suo interno il Palazzo omonimo con la sua imponente bellezza, ed il suggestivo viale alberato che porta al piccolo laghetto.

Ok, adesso è arrivato il momento di rientrare: ci mettiamo comodi a tavola davanti ad una buona bottiglia di lambrusco ed un profumato affettato di salumi… Di Parma naturalmente!

MODALITÀ ISCRIZIONI ON-LINE del ciclista

 

Socio ARI

Il ciclista socio ARI, dopo essersi "loggato" viene riconosciuto dal server ARI che verifica che la data della visita medica depositata in DataHealth sia valida nella data del Brevetto (se fosse scaduta gli chiede di aggiornarla) e gli permette di iscriversi immediatamente, senza dover inserire i propri dati, procedendo al pagamento della quota di iscrizione scontata.


Non socio ARI

ARI e gli Organizzatori associati utilizzano il servizio DataHealth per la verifica e l’archiviazione dei certificati medici. 

Il sistema, prima di aprire la scheda iscrizioni chiede di inserire il proprio CODICE FISCALE per verificare su DataHealth se sei registrato e hai la visita medica valida. Si presentano perciò due casi:

- IL SISTEMA TROVA VISITA MEDICA VALIDA su DH Sei certificato perché a suo tempo hai già fatto la procedura di inserimento in DataHealth per un precedente Brevetto ARI o per una GF che lo aveva richiesto. Quindi PUOI PROCEDERE > si apre la scheda iscrizioni da compilare.

IL SISTEMA NON TROVA LA VISITA MEDICA VALIDA > NON sei certificato in DataHealth.
Per iscriverti ONLINE a questo o ad altri brevetti ARI.

  • dovrai registrarti e depositare il tuo certificato medico di idoneità in DataHealth con pagamento del costo servizio a DataHealth (2,80€)
  • oppure potrai decidere di diventare socio ARI (la procedura richiede un paio di giorni, vedi modalità e opportunità a questo link. In questo caso il costo per il deposito della visita medica è compreso nella quota associativa ARI di 10€) 

Resta comunque la possibilità di iscriverti sul posto portando la visita se l’organizzatore accetta questa modalità. 

Dopo aver caricato, comunque, la propria visita medica valida sul portale DataHealth, e e aver ricevuto da questi conferma di validazione (solitamente entro 24 ore) il Ciclista, rientrando nella scheda iscrizioni, POTRÀ PROCEDERE ALL’ISCRIZIONE: inserito il proprio codice fiscale, il server ARI verifica in DataHealth e a validazione avvenuta apre la scheda iscrizioni da compilare.

NOTE:

- I certificati ritenuti validi per legge per partecipare ad un BREVETTO Randonnée (distanze superiori a 70km o con dislivello medio superiore all 1% o con salite superiori al 6%) sono: CERTIFICATO MEDICO AGONISTICO PER IL CICLISMO o CERTIFICATO MEDICO PER ATTIVITÀ AD ALTO IMPEGNO CARDIOVASCOLARE.

- Ovviamente, una volta caricato il proprio certificato medico su DataHealth non è più necessario ripetere la procedura per l’iscrizione ad altri Brevetti ARI.

- DATAHEALTH ha 24 ore (max 48h) per validare il certificato, quindi il ciclista resterà evidenziato nell’elenco iscritti come "ATTESA DI VALIDAZIONE" fintanto che il server ARI non riceve anche questa conferma.

- Il ciclista che si registra in DataHealth riceve, insieme alla mail di conferma di validazione del suo certificato, il QRcode contenente tutti i dati del certificato e l’attestazione di avvenuta validazione da parte di DataHealth. (vedi dettaglio)  Pertanto, qualsiasi organizzatore che utilizza il servizio DH con un semplice smartphone dotato di lettore di QRcode può verificare il possesso del requisito previsto.

ACCEDI/ASSOCIATI
ACCESSO SOCIO CICLISTA
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi
ACCESSO SOCIO ORGANIZZATORE
Indirizzo E-Mail:

Password:


Accedi

INFORMATIVA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più puoi consultare la cookie policy. Qualora non accettassi puoi non procedere con la navigazione, oppure lo puoi fare limitatamente con i soli cookie tecnici o di prestazione, oppure puoi decidere quali cookies accettare. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento.

Privacy policy completa

PERSONALIZZA RIFIUTA ACCETTA TUTTI